11.8 C
Los Angeles
martedì, Marzo 5, 2024

Unioncamere: solo il 10% delle imprese italiane utilizza l’intelligenza artificiale

Difficoltà a reperire figure con competenze tecnologiche Le...

Borsa, Alemanno (Consob): snellire oneri per le società quotate

Per attrarre nuovi investitori e accesso capitali...

“Gravidanze Miracolose” in scena al Teatro Il Piccolo di Napoli

“La Compagnia Teatrale ‘I Ragazzi del Villaggio’:...

Beit Lahia in macerie dopo l’ultimo raid: “Qui è tutto distrutto”

EsteroBeit Lahia in macerie dopo l'ultimo raid: "Qui è tutto distrutto"

Un palestinese: qui solo martiri, nessun combattente

Roma, 4 dic. (askanews) – Un intero quartiere è scomparso, ci sono solo macerie, grida un uomo palestinese all’indomani di un attacco israeliano a Beit Lahia, nel Nord della Striscia di Gaza. Alcuni scavano ancora in cerca di sopravvissuti. “Tutto è distrutto come potete vedere, tutti erano nelle loro case. Non c’è nessun combattente, nessuno. Perché il mondo non vede che ci sono bambini e che i colpi cadono sulle case?” dice un uomo, sopravvissuto all’ultimo raid.”Il quartiere è pieno di martiri, in ogni casa ci sono martiri. In quella casa ci sono più di 50 martiri. E la maggior parte sono bambini e donne. Che cosa hanno fatto? Perché colpire i bambini?”.Dalla fine della tregua, violata, venerdì scorso, sono ripresi violenti combattimenti tra Hamas e Israele. Il portavoce delle Forze di Difesa Israeliane ha anche dichiarato che nel corso dell’ultima serie di bombardamenti sulla Striscia è stato ucciso un comandante di Hamas, ritenuto uno dei responsabili delle incursioni in territorio israeliano nell’attacco del 7 ottobre scorso.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles