AttualitàBiennale Arte, successo anche per i bookshop rinnovati di Electa

Biennale Arte, successo anche per i bookshop rinnovati di Electa

Venduti 80mila libri, ricavi +50% rispetto al 2019

Milano, 29 nov. (askanews) – In occasione della 59esima edizione della Biennale Arte, conclusa domenica 27 novembre, Electa ha presentato le librerie rinnovate de La Biennale di Venezia alle Corderie dell’Arsenale, ai Giardini e nella sede di Ca’ Giustinian.

Il rinnovamento ha previsto il riallestimento dei bookshop a cura dello studio Migliore + Servetto, un intervento grafico di Leonardo Sonnoli nelle librerie dei Giardini e di Corderie, nuove linee di merchandising disegnate da studi internazionali (deValence, A Practice for Everyday Life) e soprattutto una proposta editoriale studiata attorno ai temi e ai protagonisti della Biennale Arte 2022.

I risultati delle attività degli ultimi 7 mesi vedono i ricavi dei bookshop dell’edizione 2022 aumentati del 50% rispetto al 2019. Di questi ricavi, il 59% è legato alla editoria e il 41% al merchandising. Lo scontrino di un acquisto medio è stato di 25 euro. Oltre 80mila i libri venduti, tra cui, al primo posto il catalogo ufficiale della Biennale (6.000 copie di cui circa il 78% in lingua inglese) e la guida (circa 50.000 copie, di cui il 73% in lingua inglese).

Nella classifica degli altri titoli più richiesti: Il latte dei sogni di Leonora Carrington con 3.000 copie complessive vendute tra le edizioni italiana (Adelphi), inglese (New York Review Children’s Collection) e francese (Ypsilon Editeur); la nuova edizione della Guida ai padiglioni della Biennale di Venezia dal 1877 di Marco Mulazzani (Electa), long seller che continua a interessare i visitatori, seguita dalla monografia Francis Alys, The Nature Of The Game, (Dcv Books), catalogo del Padiglione del Belgio di Biennale Arte 2022. Accanto alle pubblicazioni ufficiali va segnalato il dato dei titoli di editoria varia che, rispetto all’edizione della Biennale precedente, hanno generato un aumento dei ricavi del 68%.

Per quanto riguarda il merchandising si segnalano infine le vendite di 35.000 shopper, 9.000 magliette, 800 bottiglie de Il latte dei sogni e 8.000 quaderni.

continua a leggere sul sito di riferimento

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI