27.8 C
Roma
domenica, Aprile 14, 2024

Curare l’acne con il laser Accure

CronacaCurare l'acne con il laser Accure

Ne spiega i vantaggi la Dottoressa Benedetta Salsi

Roma, 15 feb. (askanews) – L’acne è tra le problematiche più complesse da gestire in età giovanile e può comportare notevoli disagi dal punto di vista sia clinico che psicologico. A parlarcene è la Dott.ssa Benedetta Salsi, dermatologa con studio a Reggio Emilia: “L’acne è un disordine cronico infiammatorio a carico del follicolo pilifero e delle ghiandole sebacee, la cui disfunzione crea un’iperproduzione di sebo. Si presenta sotto forma di varie lesioni cliniche, come i comedoni aperti (i così detti punti neri), i comedoni chiusi (i punti bianchi) e le lesioni infiammatorie, papule o pustole, noduli o cisti, le cicatrici e le iperpigmentazioni. Le lesioni dell’acne sono più comunemente localizzate al volto, al dorso e alla parte alta delle braccia, aree del corpo che hanno un’alta densità di ghiandole sebacee. L’acne attiva e soprattutto le cicatrici possono creare un grave disagio psicologico agli adolescenti e influenzare in modo negativo la qualità della vita. Un trattamento precoce è la chiave per la risoluzione della patologia e soprattutto la prevenzione delle cicatrici.” Proprio per questo risulta fondamentale l’arrivo in Italia di Accure, che opera utilizzando la tecnologia laser. Lo strumento supera in efficacia e praticità le soluzioni utilizzate finora per trattare l’acne, che pure sono molteplici: “Abbiamo a disposizione terapie topiche sotto forma di creme, gel, lozioni, soluzioni e detergenti che hanno il vantaggio di avere un basso assorbimento sistemico ma lo svantaggio di creare irritazioni e secchezza della cute – prosegue la Dott.ssa Salsi – Abbiamo a disposizione tre grandi gruppi di terapie sistemiche: gli antibiotici per bocca, gli antiandrogeni, quindi le terapie ormonali e l’isotretinoina. Le terapie sistemiche per l’acne sono ormai consolidate da anni, ma spesso preoccupano i genitori proprio perché possono creare degli effetti collaterali gestibili e sono farmaci che devono essere assunti per bocca e per lunghi periodi. ” Il nuovo strumento, grazie alla tecnologia che impiega, consente di superare anche questo tipo di criticità. “Accure è il risultato di un progetto americano e una ingegnerizzazione italiana, tutta made in italy, che ha dato vita a una nuova tecnologia che ha come unico target le ghiandole sebacee, la cui patogenesi è alla base dell’acne. Il laser è dotato di un’intelligenza artificiale, in grado di garantire un trattamento con un alto profilo di sicurezza ed efficacia. ” Il macchinario rappresenta dunque una svota importante anche sul fronte dell’inclusione: “Normalmente i laser non possono essere utilizzati sui fototipi scuri proprio per un rischio di iperpigmentazione, la particolarità di questo laser invece è quella di poter trattare tutti i fototipi, anche quelli molto scuri”. E non mancano i vantaggi dal punto di vista pratico, soprattutto con l’estate alle porte. “Solitamente i trattamenti laser devono essere sospesi durante il periodo estivo, proprio perché hanno un rischio di iperpigmentazione e non vanno d’accordo con l’esposizione solare. Questa nuova tecnologia invece ci permette di continuare a trattare i nostri pazienti durante tutto l’anno, inoltre non prevede alcuna criticità post trattamento né protocolli da seguire” conclude la Dott.ssa Salsi.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles