13.9 C
Los Angeles
mercoledì, Febbraio 21, 2024

“Disregolazione emotiva”, la centralità degli insegnanti e della scuola

Secondo incontro organizzato al Centro Medico San...

Fassino (Pd): “Lo sciocco guarda il dito e non la luna”

Il parlamentare del Pd a “MattinaLive”, in...

Decreto Flussi, slittano a marzo i click days

La finestra temporale slitta al 18, 21...

Università Luiss, nuovi corsi per studenti “pronti a ogni sfida”

CronacaUniversità Luiss, nuovi corsi per studenti "pronti a ogni sfida"

Enquirer based education, metodo d’apprendimento per tutta la vita

Milano, 13 dic. (askanews) – La Luiss incontra gli studenti e presenta a Milano nuovi corsi di laurea e un modello formativo innovativo, con focus sull’internazionalizzazione e l’intelligenza artificiale attraverso due corsi erogati in lingua inglese: “Management and Artificial Intelligence” e “Global Law”. Grazie anche al Luiss Enquirer, l’innovativo modello educativo sui cui basa la propria didattica, l’Università è al 14° posto al mondo e al 2° nell’Unione Europea negli Studi Politici ed Internazionali, collocandosi nelle prime 50 posizioni anche per le aree “Business e Management” e “Legge”, secondo il QS World University Rankings 2023.Simona Romani, advisor per l’Enquiry Based Education della Luiss, spiega le caratteristiche di questo metodo: “Luiss Enquirer è un modello educativo che si balla su due principali aspetti: uno è la natura attiva dell’apprendimento e la seconda è la sua forte ispirazione alla ricerca. Quindi è diretta a creare dei giovani ricercatori che investighino a problemi aperti all’interno della nostra società”.Un approccio che stimola il pensiero critico e la creatività. Da ex studentessa Luiss, Martina Capriotti, spiega il valore aggiunto che l’Ateneo romano le ha trasmesso: “Sicuramente oltre alla parte accademica tutto ciò che la Luiss offre oltre la parte accademica e quindi la possibilità di sviluppare un network di persone estremamente in gamba e che ti stimolano come persona e come professionista e tutta una serie di attività extra accademiche che però permettono di formarti come persona a 360°. Banalmente io passavo dalla radio alla web tv al giornale universitario. Quindi tutte cose che hanno aiutato a formarmi soprattutto a sviluppare le mie passioni e quello che poi è sfociato nel mio percorso accademico”.L’obiettivo dichiarato dell’Ateneo è di offrire un percorso di studi che sia anche una palestra di crescita personale. E di formare studenti che abbiano assimilato “un metodo per apprendere valido per tutta la vita e uscire dall’università pronti per qualsiasi sfida”.I futuri universitari mostrano interesse. Come Beatrice Tosi: “Ne ho sentito parlare molto bene sia da amici di Roma e non. So che offre tante opportunità all’estero e anche a livello di occupazione e di formazione. Sono entusiasta di scoprire tutto questo”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles